Perchè bisogna pulire i denti ai cani...

 I cani, al contrario di noi, sono immuni dalla carie e ciò è dovuto alla conformazione conica dei denti e ad una salivazione che è meno acida della nostra, se si segue un'alimentazione povera di carboidrati complessi... Questa caratteristiche però non li proteggono dalla produzione di placca e tartaro che possono portare malattie e, nei casi più gravi, perdita dei denti!!!

Placca e tartaro perciò VANNO ELIMINATI per evitare la proliferazione di batteri che possono essere molto pericolosi, perchè passando attraverso la gola possono raggiungere gli organi interni o, nella migliore delle ipotesi, provocare infezioni alle gengive. 

Ma come si puliscono i denti ai cani?!?

Con una buona dose di pazienza è sufficiente iniziare gradualmente ad appoggiare le nostre dita sulla guancia del cane, per abituarlo al nostro tocco così diverso dalla loro natura... Dopo di che si passa il dito sulle gengive, sempre con calma e per gradi aumentando man mano il livello di tolleranza, fino ad arrivare a passare il dito ricoperto da una garza imbevuta di liquido o pasta enzimatica.

E' utile anche far effettuare la pulizia dei denti periodicamente ad un professionista, ad oggi esistono diversi metodi dolci, che non traumatizzano e che evitano che i nostri amici vengano messi sotto anestesia, uno dei quali è l'utilizzo degli ultra suoni: ecco un piacevole video...

Scrivi commento

Commenti: 9
  • #1

    alex (domenica, 18 gennaio 2015 17:09)

    ciao, ho uno yorky che ha fatto la pulizia dei denti con anestesia a giugno ma è già pieno di tartaro ed il mio veterinario dice che è genetica e che gli devo pulire i denti molto spesso. solo che io non ci riesco perchè non si fa mettere le mani in bocca, dici che con questo metodo è possibile?

  • #2

    arcobaleno (domenica, 18 gennaio 2015 17:14)

    ciao alex, innanzitutto grazie per il tuo commento! certo che è possibile, la funzione degli ultra suoni consiste nel scollare il tartaro dai denti che si stacca, dopo il trattamento, toccandolo semplicemente con un dito... il cane non sente nulla, nessun fastidio e grazie all'utilizzo del ttouch (se vuoi, leggi l'articolo dedicato http://www.arcobalenotoelettatura.it/2015/01/11/il-ttouch-%C3%A8-arrivato-in-toelettatura/ ) riusciamo a trattare anche cani che all'inizio non ne voglio proprio sapere di aprire la bocca :-D

  • #3

    ilaria (venerdì, 23 gennaio 2015 22:31)

    ciao, ho un chiwawa che ha molto tartaro anche se ha solo 3 anni, posso venire a farvelo vedere?

  • #4

    arcobaleno (venerdì, 23 gennaio 2015 22:33)

    ciao ilaria, certo che puoi venire! vai nella pagina dei "contatti" e chiamaci per fissare un appuntamento, a presto...

  • #5

    ilaria (sabato, 24 gennaio 2015 12:41)

    Grazie arcobaleno! appena sono tornata a casa il mio chiwi è andato a mangiare subito le crocchette degli altri, cosa che non aveva mai fatto ed io credevo che il motivo era che non gli piacessero! come mi hai fatto notare, aveva le gengive un po infiammate, che bello vederlo così in forma! GRAZIE, GRAZIE E ANCORA GRAZIE!!!!

  • #6

    Antonella Sordi (martedì, 27 gennaio 2015 08:36)

    Buon giorno, vorrei lasciare la mia testimonianza: sono la proprietaria di layla meticcia di volpino di sei anni e sabato le avete fatto la pulizia dei denti con il vostro metodo ad ultra suoni. Ad oggi le gengive sono rosa e l 'alito non ha più un odore cattivo ma la cosa sorprendente è che la mia layla si lascia mettere le mani in bocca e non tenta più di mordere. Vi ho conosciute per caso e devo dire di aver incontrato persone gentili, preparate, professionali. Grazie per il ditale che mi avete regalato, ci rivedremo per una toelettatura.

  • #7

    arcobaleno (martedì, 27 gennaio 2015 08:41)

    Grazie per il tuo commento ilaria! In effetti il tuo piccolo non aveva le gengive molto infiammate perciò era davvero impossibile capire che il suo rifiuto delle crocchette dipendeva da questo. Per lui quel poco di infiammazione era sufficiente per creargli un fastidio... A presto!

  • #8

    arcobaleno (martedì, 27 gennaio 2015 08:50)

    Grazie per sua preziosa testimonianza Antonella! Quello che è successo a Layla è che "obbligandola" ad avere la bocca manipolata da me, le è stato possibile vivere l'esperienza che non succede nulla e che di conseguenza, non avendo nulla da temere, non ha più bisogno di difendersi cercando di mordere. Non dobbiamo mai dimenticare che i cani non sanno di essere in una toelettatura, per loro è una esperienza di vita quotidiana che, come tutte le esperienze, comporta un APPRENDIMENTO. Vi aspettiamo per la toelettatura, buona giornata...

  • #9

    Loredana (venerdì, 27 febbraio 2015 22:36)

    Miticaaaaaaaaa adesso tanti bacini profumati! Pciu, pciu, grazieeeeeeeeeeeeee