Con quale frequenza si può lavare il cane?

"I cani non bisogna lavarli troppo, sennò si toglie la loro protezione naturale, in media va bene fargli il bagno una o due volte all'anno"

Verità o "diceria popolare"?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo innanzi tutto sapere come sono fatti i nostri cani, e scoprire cos'è questa "protezione naturale" di cui si sente spesso parlare come se si trattasse di qualcosa di ignoto che hanno solo i nostri amici pelosi...  Andiamo a scoprire!

Nella pelle del cane, come nella nostra, e precisamente nello strato chiamato "derma", si trovano le ghiandole sebacee che sono piccoli organuli esocrini, unite al corpo di alcuni peli ad una altezza di poco maggiore rispetto a quella del follicolo pilifero. La maggior parte di esse presenta un dotto escretore che si apre proprio nel follicolo, mentre una piccola parte si apre direttamente sulla superficie cutanea. Esse producono il sebo (ovvero la "misteriosa PROTEZIONE NATURALE" del cane), un liquido biologico che ha diverse funzioni: questa sostanza, composta prevalentemente da colesterolo e acidi grassi, serve a rendere morbida la pelle e ad idratarla, evitando così che essa si secchi e si crepi. Serve inoltre a lubrificare ed ammorbidire i peli. E' molto importante perciò la funzione del sebo per mantenere un pelo sano, dato che il manto del cane protegge e isola il corpo dai raggi ultra violetti, dal caldo, dal freddo, dall'umidità, dalle punture degli insetti e da tutti gli agenti esterni... 

A livello cutaneo si verificano attività metaboliche essenziali, come l'aromatizzazione periferica degli androgeni e degli estrogeni. Nell'ambito delle difese immunitarie, il sistema immunitario cutaneo è fondamentale contro i microorganismi, gli allergeni o i parassiti. Perciò il film lipidico o di superficie, costituito dal sebo, gioca anche un ruolo importante di barriera fisica e chimica al passaggio di sostanze utili alle difese cutanee.

I prodotti detergenti sgrassanti, proprio in virtù di questa proprietà, intaccano e riducono il sebo diminuendo così la funzione che ha il pelo di protettore della cute, perciò il vostro veterinario di fiducia o l'amico del parchetto avrebbero ragione nel dire di lavare poco il cane o di farlo una volta all'anno se si utilizzasse un prodotto sgrassante come il detersivo per lavare i piatti o uno shampoo di bassa qualità e non conforme con le esigenze del manto dei nostri cani, perchè è vero che il pelo non deve essere sgrassato! Ad oggi però, a differenza di 50 anni fa quando per lavare i cani si usava il sapone di marsiglia, abbiamo a disposizione prodotti ad altissima qualità, studiati per ogni esigenza e per MIGLIORARE la salute dei nostri amici. Uno shampoo di buona qualità, può pulire e basta oppure può apportare sostanze specifiche che penetrano nel sistema cutaneo, la cosa importante è che sia un detergente per cani e NON PER UMANI: il ph della cute del cane ha un valore tra il 7 e l'8 a differenza di quello umano che si posiziona intorno al 5,5, inoltre il pelo del cane è idrorepellente e necessita di conseguenza prodotti più ricchi di grassi ed oli per mantenere e, in alcuni casi, ripristinare questa caratteristica. Perciò, alla luce di tutto ciò, come rispondere alla domanda iniziale "con quale frequenza si possono lavare i cani"? Non ci sono regole, i nostri cani li possiamo lavare tutte le volte che si sporcano: viene da se che avrà più bisogno di bagni frequenti un cane che vive in città che necessita che vengano asportate le polveri sottili dello smog che si depositano sulla pelle, rispetto ad un cane che vive in alta montagna, ma che sia una volta alla settimana piuttosto che una volta al mese, la cosa davvero importante è che venga scelto con cura lo shampoo da utilizzare in modo soggettivo. A questo punto, chiarito che un buon bagno non fa male ma al contrario migliora la salute dei nostri amici, quando si può iniziare? Un'altra frase che spesso si sente dire è che non si può lavare il cucciolo se non ha terminato il ciclo di vaccini: falso! I vaccini sono ANTI-VIRALI, a meno che shampoo e acqua non contengano virus (scherzo, ovviamente!), non c'è nessuna controindicazione. Naturalmente dato che stiamo parlando di CUCCIOLI, vanno trattati esattamente come i nostri bimbi neonati, perciò non devono subire sbalzi di temperatura e devono essere perfettamente asciutti, perchè sennò, come i nostri piccoli umani, potrebbero incorrere in tracheiti, otiti, bronchi e polmoniti.

Magari non è un'ottima idea fare il bagno ad un cane APPENA preso, cucciolo o adulto che sia, non tanto (come abbiamo visto) per acqua e shampoo, quanto per una questione di relazione: immaginate fido che arriva in casa vostra e che fino a poche ore prima era con la sua mamma, i suoi fratellini, o nella gabbietta con altri cuccioli, o anche fuori nella campagna, in una situazione DIVERSA insomma. Lo avete preso, toccato, ha probabilmente fatto un viaggio in macchina (un altro spavento), è passato dalle braccia di tutta la famiglia e adesso... lo buttate in acqua? Quindi, iniziate il vostro rapporto con un bel trauma. Non è quello che si dice un inizio perfetto. Aspettare qualche giorno darà al cane il modo di ambientarsi, vi accerterete che sia in buona salute, e poi potrete fargli il bagno.

E quando si fa il trattamento anti parassitario, il cane si può lavare?

Tutti i prodotti anti parassitari applicati sulla cute devono "colonizzare" la pelle distribuendosi nei grassi di rivestimento, perciò perchè questo processo avvenga, è necessario che il film lipidico che protegge la cute non sia stato rimosso. Perciò nel dubbio che sia stato utilizzato un prodotto con proprietà sgrassanti, bisogna aspettare 2 o 3 giorni dopo il bagnetto per effettuare il trattamento, che è il tempo necessario per far si che si ricostituisca tutto il sebo.

In ogni caso si consiglia sempre l'aiuto di un toelettatore, proprio perchè il professionista può capire, in base allo stato del pelo, se è sufficiente un bagno detergente, o se serve nutrire il manto e la cute.

A questo punto non mi resta da dire che lavare o far lavare i nostri amici è un modo per amarli e prenderci cura di loro, un momento di coccole e tenerezza, di gioco e interazione, perciò...

BUON BAGNETTO PELOSO A TUTTI! 

Scrivi commento

Commenti: 56
  • #1

    Tiberio (domenica, 24 maggio 2015 21:15)

    Tutto ciò viene detto dal sottoscritto a tutti i miei clienti e a tutti quei ridicoli veterinari che consigliano appunto di lavare il meno possibile il lori cane, dal lontano 1993 !!!!!

  • #2

    arcobaleno (lunedì, 25 maggio 2015 01:47)

    Grazie per il tuo commento Tiberio... E come ha scritto una collega "quelli che lavano il cane una volta all'anno sono gli stessi che lo fanno tosare d'estate: non gli vogliono togliere la protezione della pelle, ma gli vogliono togliere la protezione di tutto il corpo"... Beata ignoranza...

  • #3

    Gabry (lunedì, 25 maggio 2015 12:15)

    Dunque non faccio male far il bagno tutti i finemese

  • #4

    arcobaleno (lunedì, 25 maggio 2015 13:15)

    Ciao Gabry e grazie per il tuo messaggio... No, non fai affatto male. A me capita di lavare i miei cani anche a 2 o 3 giorni di distanza dall'ultimo bagno, facendoli correre liberi per pratoni e boschi, a volte capita che si rotolano su robe davvero fetide, ed oggi i nostri cani sono componenti delle nostre famiglie a tutti gli effetti, perciò vivendo con noi, utilizzando divani o letti, poltrone e cuscini, una maggior igiene è diventata anche una nostra esigenza per goderci l'affetto dei nostri piccoli pelosi, in ogni momento. Come sottolineato nell'articolo la cosa davvero importante è la scelta del prodotto giusto, del resto lo stesso principio vale anche per noi: con il lavoro che faccio io mi lavo i capelli tutti i giorni, perciò, ovviamente, uso uno shampoo nutritivo per capelli secchi (anche se i miei non lo sono) e tanto balsamo. Lo stesso vale per il pelo dei nostri cani...

  • #5

    Zoo Futura - Benilde (lunedì, 25 maggio 2015)

    E' esattamente quanto spieghiamo noi alla nostra clientela. Confermo la scelta obbligata verso prodotti di ottima qualità.
    Grazie dell'ottimo articolo.

  • #6

    billo (martedì, 26 maggio 2015 09:33)

    Io faccio tosare il mio cagnolino
    d'estate perché penso al caldo che deve sopportare, come noi umani. Pensavo di fare solo il suo bene.

  • #7

    Claudia (martedì, 26 maggio 2015 14:49)

    Articolo utile e interessante! Quindi che prodotto specifico puoi suggerirmi per lavaggi frequenti?

  • #8

    michele (venerdì, 29 maggio 2015 13:52)

    Io ho sempre lavato il mio cane da 7 anni ...1 . Volta la settimana. ..è nn ho mai avuto problemi...il cane in casa dopo un tot di settimane o mesi e puzza.. ed è una cosa disgustosa..

  • #9

    nunzia (sabato, 30 maggio 2015 00:49)

    Io ho un maltese da due anni e lo faccio lavare da una tolettatrice una volta la settimana in modo che puo' giocare sia prima di lavarla nei prati,che dopo lavata salire sul divano ,sul letto e non ha mai avuto problemi

  • #10

    arcobaleno (domenica, 31 maggio 2015 20:24)

    Grazie a tutti per i commenti, e scusate per il ritardo nel rispondervi ma ero assente...

  • #11

    arcobaleno (domenica, 31 maggio 2015 20:26)

    Zoo Futura, Michele e Nunzia, vi ringrazio per gli interventi, utili a sfatare miti e leggende metropolitane...

  • #12

    arcobaleno (domenica, 31 maggio 2015 20:33)

    Claudia se porti il tuo peloso in toelettatura, il professionista sceglie il prodotto più adatto dopo aver valutato cute e pelo. Se invece lo lavi tu, di solito consiglio di comprare shampoo leniderm o equivalenti, questo perchè si tratta di prodotti con un basso potere detergente, che vengono utilizzati per lavaggi frequenti o nei casi di dermatite e irritazioni della pelle per dare sollievo al cane, essendo anche lenitivi. Preferisco consigliare questi prodotti quando, per forza di cose, devo rispondere in generale, l'alternativa è recarti nella toelettatura di fiducia e farti consigliare il prodotto più giusto in modo soggettivo. Oltre allo shampoo si possono utilizzare oli di finitura (come olio di semi di lino, olio di jojoba, olio di macadamia) per nutrire il pelo ed aumentarne la funzione idro repellente...

  • #13

    arcobaleno (domenica, 31 maggio 2015 20:41)

    Billo, tutti noi agiamo sempre in buona fede per dare il meglio ai nostri cani... Quello che manca è cultura cinofila e informazione, in primo luogo da parte di chi ci affida il cane. Spesso si commette l'errore pensando che tosando il cane in estate sente meno caldo, ma se proprio lo vogliamo "umanizzare" dobbiamo allora immaginare di andare in giro in estate nudi e senza poter sudare: la percezione del caldo aumenta, non diminuisce! E infatti in quei paesi dove il caldo è tale per cui non è più sufficiente la nostra termo regolazione (per esempio nord africa), le persone si coprono di più per proteggersi dal caldo. Ti linko due articoli che potrebbero esserti utili: http://www.arcobalenotoelettatura.it/2015/04/22/come-quando-e-perch%C3%A8-i-cani-si-tosano/
    http://www.arcobalenotoelettatura.it/2015/01/12/perch%C3%A8-i-cani-non-si-tosano/

  • #14

    Mirella (lunedì, 01 giugno 2015 11:59)

    Io vivo da 8 mesi a Tenerife e ho aperto qui' una Toelettatura .
    A differenza dell'Italia dove puoi mantenerse il pelo gusto o accorcialo giusto , ti chiedono tosature cortissime e vedo Toelettature che fanno uscire cañí pelati a zero . Io mi rifiuto e dico che con gradi fino a 38 neanche la crema solare puo' proteggerli !!!!!
    Ma certi colleghi dell'isola non si preoccupano , spero che Almeno usino schampi validi . Io per la mía gattina uso il Leniderm in schiuma perche' non posso lavarla con acqua , va bene igualmente ??? Grazie e Buona giornata Mirella

  • #15

    arcobaleno (lunedì, 01 giugno 2015 15:04)

    Ciao Mirella, grazie per il tuo intervento... Purtroppo anche in Italia arrivano molte richieste di tosare cani che assolutamente non vanno tosati, o tagli molto corti e anche qua alcuni colleghi non spendono parole ed eseguono la richiesta: qualcuno perchè impreparato, qualcuno perchè fa il ragionamento "il cane è tuo, sta a te informarti su come si tiene, io sono un artigiano e faccio ciò che mi chiedi". Però, grazie anche alla rete internet, ci sono sempre più persone informate che fanno le richieste giuste e si riesce a lavorare non solo per l'estetica ma soprattutto per il benessere dei nostri amici pelosi...
    Utilizza tranquillamente il leniderm in spuma, se non è possibile lavare il micio sarebbe stupido forzarlo, diventerebbe una "aggressione" fine a se stessa ^_^
    Un abbraccio da collega a collega!

  • #16

    beatrice (lunedì, 11 gennaio 2016 14:03)

    Non ho mai lavato il mio labrador di 3 anni se non con acqua e aceto di mele. Il pelo è splendido e non ha mai avuto un odore cattivo. Faccio male??

  • #17

    arcobaleno (lunedì, 11 gennaio 2016 17:38)

    Ciao Beatrice, grazie per il tuo intervento. L'aceto, che sia di mele o altro, ha moltissime proprietà ma NON deterge. Il pH alla massima diluizione con acqua arriva a 5/6 perciò non raggiunge il pH dei cani che è 7/8. Se rimani sulla superficie del pelo non succede nulla (ma proprio nulla, ovvero nemmeno lo pulisci) se invece arrivi fino alla pelle, nel tempo avrai una sempre maggior produzione di sebo, fino a rendere il pelo unto e allora si che inizierai anche a sentire cattivo odore. Se fai bene o male solo tu lo puoi stabilire, tenendo presente che se abiti in una grande città le polveri sottili dell'inquinamento si depositano sulla pelle e si rimuovono solo con un bagno vero, se abiti in campagna di sicuro il cane non corre rischi di dermatiti o pruriti, però io un bagno ogni tanto lo farei...

  • #18

    beatrice (lunedì, 11 gennaio 2016 22:00)

    Grazie mille della accurata risposta. Rifletterò.

  • #19

    Alex (martedì, 16 febbraio 2016 15:59)

    Quindi settimanalmente si può??

  • #20

    nadia (mercoledì, 17 febbraio 2016 16:08)

    ma certo che si puo'!!certo se usi la soda caustica certamente no!ma se si usano prodotti appropriati è come x noi!!noi ci laviamo tutti i giorni?un cane magari no tutti i di' ma una volta a settimana certamente si!!e tutti i giorni zona intima e piedini se sale sul letto divano ecc

  • #21

    Elisa (giovedì, 07 aprile 2016 21:40)

    Ho un maltese la toilettattice mi ha giustamente consigliato di usare uno shampoo per cani a manto bianco, non avendo particolari problemi di pelle/pelo e mi ha detto che balsamo posso benissimo usare quello che uso per me, perché comunque è pieno di grassi e al cane non fa male, è giusto?
    Posso usare balsami e creme per umani ?

  • #22

    arcobaleno (venerdì, 08 aprile 2016 12:05)

    Ciao Elisa, se lavi spesso il cane però ti sconsigliò di usare sempre lo sbiancante che è molto aggressivo, alternalo con uno shampoo nutritivo all'olio di neem o al burro di karite'. L'informazione sul balsamo è corretta, io stessa utilizzo il balsamo bi fase senza risciacquo della bío point o della testa nera come rifinitura, invece per quanto riguarda il balsamo con risciacquo preferisco utilizzare quello al burro di karite', per cani, della Baldecchi, ma solo perché non ne ho trovato nessun altro che mi da lo stesso risultato...

  • #23

    Marzia (martedì, 10 maggio 2016 14:22)

    Io ho un a maltese e uso i prodotti Solaro...la guaina non va risciacquare. Può creare problemi?

  • #24

    arcobaleno (sabato, 21 maggio 2016 09:39)

    Ciao Marzia, scusa il ritardo nella risposta. Generalmente le guaine sono a base di derivati di silicone (come in umana) e non facendo respirare il pelo, a lungo termine possono danneggiarlo. Sono prodotti eccezionali per le expo, personalmente, per la cura quotidiana, io preferisco prodotti naturali

  • #25

    Angela (mercoledì, 01 giugno 2016 21:43)

    Ho un maltese di cinque mesi volevo sapere se posso lavare il mio cagnolino tuttle le settimane visto che va in mezzo all'erba ma poi sta anche molto in casa se è sì che tipo di scampo e balsamo mi consigli ?

  • #26

    arcobaleno (giovedì, 02 giugno 2016 20:27)

    Ciao Angela e benvenuta!
    Puoi lavare serenamente il tuo cucciolo tutte le settimane e ti consiglio lo shampoo leniderm, a base di avena e adatto per lavaggi frequenti o dermatiti, perciò non aggressivo e molto delicato, che trovi in farmacia.
    Attenzione però ad avere delle accortezze:
    Il cucciolo dopo il bagno deve essere totalmente asciutto
    Terminata l'asciugatura passa della Cotonella (cotone che non lascia pelucchi) nelle orecchie per avere la certezza che non si creino ristagni di umidità
    Se il pelo ha qualche nodo non puoi lavare il cucciolo: prima vanno sciolti totalmente in tutto il corpo, controllando molto bene le zone "nascoste" come ascelle, coulottes, sottogola, pancia, ecc, se non lo fai l'acqua infeltrisce il pelo dove ci sono nodi, creando dei "feltri" che potranno essere rimossi solo con una tosatura "a pelle".
    Per verificare che non ci sono nodi devi poter passare un pettine di metallo su tutto il corpo del cucciolo ATTACCATO ALLA PELLE e deve scivolare agevolmente senza bloccarsi.
    Se può esserti utile, nella sezione "news", ci sono dei video tutorial a proposito. Buona giornata, Eli

  • #27

    Mixandra (venerdì, 08 luglio 2016 19:12)

    Salve,ho un cucciolo di yorkshire di 4 mesi comprato già malato e senza vaccini,a maggio ha avuto la polmonite per fortuna guarita presto però ora ho un problema con il suo pelo,ha i feltri e i nodi sulla maggior parte del corpo ma il veterinario mi ha vietato di portarlo a lavare. Ho chiamato vari toelettatori e loro mi dicono di andare tranquillamente a lavarlo perché diversamente non si possono sciogliere i feltri. Cosa devo fare?non voglio arrivare a doverlo tosare,premetto che lo spazzolo tutti i giorni ma non ho grandi risultati e ho paura che possa fargli molto male alla cute. Grazie anticipatamente

  • #28

    arcobaleno (venerdì, 22 luglio 2016 16:27)

    Buon giorno Mixandra, purtroppo hanno ragione entrambi...
    Se il cucciolo è così debole potrebbe essere rischioso portarlo in un ambiente con un così alto passaggio di cani, ma è anche vero che i feltri oltre a creargli un disagio potrebbero provocargli una dermatite, a maggior ragione che il sistema immunitario è fragile.
    Mi vengono in mente solo due soluzioni:
    1) lo tosa il veterinario, almeno lo libera e la pelle respira
    2) prende appuntamento in una toelettatura chiedendo che venga inserito come primo della giornata e spiegando i problemi di salute, ma non è detto che il Toelettatore possa evitare la tosatura, se ci sono già feltri, una snodatura potrebbe provocare un'irritazione alla pelle anche di una certa importanza.
    Eli

  • #29

    Sabry (domenica, 24 luglio 2016 22:37)

    Scusami l'olio per nutrire il pelo,ho una maltese, come va messo diluito in acqua senza risciacquare o qualche goccia nel balsamo del cane ? Grazie!

  • #30

    silvia79sella@gmail.com (venerdì, 02 dicembre 2016 21:40)

    Da settembre non lavo il mio cane..premetto che sta in casa ...e da settembre non do le gocce...ora vorrei lavarla e darle l export...che fare?

  • #31

    arcobaleno (venerdì, 02 dicembre 2016 22:15)

    Ciao Silvia, puoi tranquillamente lavare il cane e dopo 2/3 giorni utilizzare l'expot.
    Una coccola al tuo peloso,
    Eli

  • #32

    Pino Garofalo pin.gar@Gmail.com (lunedì, 05 dicembre 2016 00:41)

    Salve, ho un cucciolo di Golden Retriever, per lavare il piccolo non si può usare shampoo tipo quello per bambini alla camomilla? Ho letto da altre risposte che hai dato che Il PH del cane é tra 7 e 8, mentre per noi umani tarano i prodotti su 5.5
    Ma non dovrebbe essere neutro quello per bambini? Quindi prossimo a 7?
    Nel caso quale shampoo potresti consigliare.
    Io lo vorrei lavare almeno ogni 10 gg. Giusto per non fargli tenere addosso l'odore "canino".
    Grazie.

  • #33

    arcobaleno (lunedì, 05 dicembre 2016 01:46)

    Buona sera Pino e grazie per l'intervento. Sinceramente non mi sono mai impegnata a leggere e studiare etichette di prodotti ad uso umano, non vorrei che la dicitura "neutro" sia riferita a noi, ovvero ne acido ne basico rispetto al nostro di pH, ma sarebbe da verificare. Per bagni frequenti consiglio il leniderm, che può acquistare sia nei Pet shop sia in farmacia, che sfrutta le saponine contenute naturalmente nell'avena ed ha quindi un basso potere detergente e non è aggressivo, morivo per cui viene utilizzato anche in casi di dermatiti e anomalie della cute.
    Spero di aver soddisfatto la sua richiesta, Eli

  • #34

    Emanuelaferrara13@gmail.com (lunedì, 30 gennaio 2017 21:40)

    Ho un maltese e non ho mai utilizzato il balsamo ma ho letto che posdo utilizzare anche il mio ma dopo il bagno giusto qualche goccia e risciaquo subito ??aspetto consiglio grazie

  • #35

    arcobaleno (mercoledì, 01 febbraio 2017 15:53)

    Buon giorno Emanuela, per il pelo del maltese il balsamo è necessario. Confermo ciò che ha letto, anche se mi preme sottolineare che per i prodotti a uso umano bisognerebbe avere una buona esperienza e conoscenza delle etichette, per poter scegliere una formulazione che non danneggi il manto del cane. Perciò le consiglio un balsamo specifico per cani, meglio se naturale: in commercio ce ne sono molti, ad esempio al burro di karitè e al miele.
    Se vuole approfondire l'argomento e ha un profilo facebook, le segnalo il gruppo "il Toelettatore risponde" dove potrà interagire con diversi professionisti di tutta italia.
    Buona giornata, Eli

  • #36

    Cristina (lunedì, 13 marzo 2017)

    Buongiorno io ho un cucciolo di 3mesi ed è un carlino quando posso fargli il bagno

  • #37

    arcobaleno (lunedì, 13 marzo 2017 12:24)

    Buon giorno Cristina, se il bagno lo fa lei a casa, quando vuole, avendo l'accortezza di asciugare bene il cucciolo. Se invece vuole portarlo in toelettatura, bisogna attendere la conclusione del ciclo di vaccini

  • #38

    Graziano (domenica, 16 aprile 2017 22:59)

    Ho un maltese di 7 mesi e ha dei nodi di pelo alle zampe che nn riesco a sciogliere
    Potresti consigliare cosa fare?

  • #39

    arcobaleno (martedì, 18 aprile 2017 12:27)

    Buon giorno Graziano, per snodare bisognerebbe avere il taglianodi corretto e un pettine di metallo a due misure, oltre a buona manualità sia per non sfibrare il pelo sia per non far male il cane. Se non riesce, le conviene portare il maltesino in toelettatura, dove lo sistemeranno e le spiegheranno la corretta gestione a casa per evitare la formazione di nodi.
    Buona giornata, Eli

  • #40

    Valentina (venerdì, 07 luglio 2017 20:39)

    Attenzione il pH della pelle umana non è intorno al 5.5 ma si parte dal 7 in media per la testa fino alla zona intima dal 3.5/4.5
    Pertanto usare prodotti con pH 5.5 non è corretto. Basterebbe utilizzare un prodotto a pH auto-equilibrate

  • #41

    Come Panta (domenica, 09 luglio 2017 07:13)

    Ciao .io oh un pitbull red noiose a quasi 4 mese posso farle la doccia una volta a la settimana e che shampoo mi consigliere per che ha una piccola irritazione sopra il occhio

  • #42

    arcobaleno (domenica, 09 luglio 2017 14:06)

    Giusta osservazione Valentina, così come il ph del cane non è tra il 7/8 in tutte le sue parti. L'articolo deve essere per forza GENERICO, entrando nello specifico, il corpo del cane è totalmente ricoperto di pelo, perciò escludendo i prodotti umani per l'igiene della pelle, restano solo quelli per la cura dei capelli. Ma i vari e differenti manti dei cani, non hanno la struttura del capelli, perciò i fattori che entrano in gioco sono molteplici, e non riguardano solo il ph.
    Se l'argomento interessa, potremo programmare diversi articoli specifici e con argomentazioni scientifiche, sui diversi tipi di pelo...

  • #43

    arcobaleno (domenica, 09 luglio 2017 14:14)

    Come Panta, non è possibile consigliare un prodotto se il cucciolo presenta una irritazione.
    Prima bisogna portarlo da un veterinario di fiducia che valuta se è meglio aspettare per il bagno, se serve uno shampoo medicale o se si può procedere normalmente senza peggiorare l'irritazione.
    Per il resto valgono le indicazioni generiche contenute nell'articolo, per consigli più specifici e dettagliati, il cane andrebbe visto, perciò se il ciclo di vaccini è terminato, può anche scegliere di recarsi in Toelettatura, dove le verranno anche indicati gli attrezzi migliori per la cura quotidiana...

  • #44

    Irene (martedì, 15 agosto 2017 18:52)

    Buonasera,io ho uno Yorkshire a pelo corto ,uso per la sua igiene uno shampoo che ha anche proprietà contro le irritazioni,inoltre uso le salviettine al talco per pulirla ogni volta che rientriamo dalle passeggiate ,le zampette il muso etc..,le faccio il bagno 1 volta a settimana e quando sento che inizia a fare odore faccio uno shampoo a secco accompagnato dal deodorante sempre naturalmente tutto per cani .non so se faccio bene o male utilizzare le salviettine ed il deodorante.

  • #45

    Massimo (mercoledì, 30 agosto 2017 08:46)

    Allora faccio bene a lavarlo una volta al mese. Il mio cane tiene paura di fare il bagno a mare vorrei un consiglio.

  • #46

    arcobaleno (sabato, 02 settembre 2017 10:38)

    Buon giorno Irene, lo Yorky ha un pelo setoso molto simile ai nostri capelli, e assorbe molto sporco, polvere e inquinamento. Direi che sta agendo in modo corretto sia da un punto di vista di igiene, sia per il benessere del suo cagnolino...

  • #47

    arcobaleno (sabato, 02 settembre 2017 10:41)

    Buon giorno Massimo, molti cani hanno paura di entrare in mare, lago, fiume. Ciò che li "spaventa" è il movimento dell'acqua, perciò la cosa migliore è abituarli per gradi in acqua ferma, attirandoli con un gioco che gli piace o cibo...

  • #48

    Linda (domenica, 12 novembre 2017 16:12)

    Buongiorno,
    Io è da un mese che ho un Akita Inu . Ti chiedo se posso usare dopo lo shampoo il balsamo ( se si quale ) per poter mantenere quel splendido pelo che hanno.
    Grazie in anticipo per la risposta.

  • #49

    Ilaria (venerdì, 12 gennaio 2018 19:10)

    Ma la mia cagnolina puzza dopo 3 gg a causa di una dermatite. La posso lavare 2 volte la settimana?

  • #50

    Ilia (domenica, 14 gennaio 2018 01:35)

    Grazie tante

  • #51

    arcobaleno (domenica, 14 gennaio 2018 01:46)

    Ciao Linda, puoi usare un balsamo nutriente per manti a doppio pelo che ti sarà molto utile anche per i periodi di muta

  • #52

    arcobaleno (domenica, 14 gennaio 2018 01:49)

    Buona sera Ilaria, nel caso di anomalie della cute, come la dermatite, deve fare riferimento al veterinario che eventualmente le prescriverà bagni medicali e le dirà anche la frequenza. Nel frattempo andrà ricercata la causa e risolta. Non può utilizzare shampoo comuni perché possono peggiorare la dermatite.

  • #53

    arcobaleno (domenica, 14 gennaio 2018 01:51)

    Grazie a lei Ilia �

  • #54

    Claudia (domenica, 11 marzo 2018 04:46)

    Salve, ho un Labrador avente all’ incirca 4 mesi, vivo in montagna ma poco distante dal mare quindi adoro portare il mio cucciolo a fare lunghe corse! Visto che ha un pelo color miele quindi lascio immaginare, sbaglio a lavarlo con uno shampoo a secco con aloe vera 1 volta ogni due giorni ?
    Grazie mille.

  • #55

    Patrizia (mercoledì, 28 marzo 2018 02:10)

    Ciao o un maltese di 5 mesi vorrei farlo lavare ogni 15 giorni posso il veterinario mi a detto una volta al mese ci terrei tanto a una vostra risposta grazie

  • #56

    Federica (venerdì, 30 marzo 2018 01:33)

    Beata ignoranza: un medico veterinario avrà certo più competenze di un banale toelettarore nel dare indicazioni riguardanti gestione e salute dei
    Pets!
    Non fate cattiva informazione solo per avere poveri cani da tosare lavare profumare e torturare!!